Confindustria-Seminario Centro Studi "Dove va l'economia italiana e gli scenari geoeconomici"

Roma, 27 marzo 2019

 Tratto da: www.confindustria.it

Italia in stagnazione: PIL rivisto nettamente al ribasso per il 2019. Finanza pubblica al bivio, tiene solo l’export. Serve un cambio di passo.

Struttura del rapporto:

- Le previsioni sul PIL
Per l’Italia crescita zero nel 2019 e in esiguo miglioramento nel 2020 (+0,4%). Rispetto alle previsioni di ottobre 2018, la crescita per quest’anno è rivista al ribasso di 0,9 punti, di cui i tre quarti da minore domanda interna, un quarto da quella estera.
Si fa urgente il tema della domanda interna: gli investimenti privati sono per la prima volta previsti negativi dopo anni di crescita (-2,5% quest’anno, escluse le costruzioni). Urgente attivare misure che stimolino gli investimenti privati, come il ripristino del super ammortamento. Ma senza un clima di fiducia migliore, le politiche potranno ben poco.
I consumi sono anch’essi fermi: oscilleranno tra calo della fiducia, aumento del risparmio, risorse dal Reddito di cittadinanza, rincari IVA.

- Reddito di cittadinanza e Quota 100
- La finanza pubblica e le clausole di salvaguardia
- L’export e la crescita
- Fattori geoeconomici sotto osservazione per il 2019

 

In allegato:
- Abstract del report;
- Presentazione contenuti Cap.1
- Presentazione contenuti Cap. 2, 3 e 4;
- Report nella versione integrale


Per ulteriori informazioni:
l.ariazzi@confindustriamoda.it
Centro Studi Confindustria Moda
per Assocalzaturifici