Beijing meets Made-in-Italy: un nuovo appuntamento di Assocalzaturifici in Cina

CONTINUANO LE ATTIVITÀ DI PROMOZIONE DEL CALZATURIERO ITALIANO IN CINA

Nell’ambito delle attività promozionali del laboratorio Asia e Paesi Emergenti e sulla base di una nuova strategia di internazionalizzazione in Cina, Assocalzaturifici organizza una collettiva di aziende italiane di calzature e accessori a Pechino, nelle giornate del 13 e 14 luglio presso l’hotel Grand Millennium.

La collettiva rappresenta un’occasione per rafforzare la presenza del made-in-Italy in Cina e continuare nella strategia di approfondimento delle relazioni commerciali con il Paese, che rimane un mercato prioritario per il settore, nonostante le difficoltà legate alla sua complessità.

Tale interesse per il mercato cinese è dimostrato dai dati relativi all’export di calzature italiane nel paese che ha mostrato, anche nel 2014, segni positivi sia in quantità che in valore. In particolare, rispetto al 2013, il volume delle esportazioni di calzature italiane in Cina ha raggiunto la soglia di 1,7 milioni di paia, registrando un aumento dell’1,3% rispetto al 2013 e generando un volume d’affari di 202,4 milioni di euro, in crescita del 10,2% rispetto al 2013.

Se si considera l’aggregato Cina + Hong Kong, nel 2014 il totale export di calzature italiane è stato pari a 4,2 milioni di paia (+6% rispetto al 2013), generando un valore di 512,6 milioni di euro (+17,7% rispetto al 2013). L’aggregato Cina+Hong Kong è risultato, così, nel 2014 il 6° mercato in valore, con una quota del 6,1% sul totale export italiano, e il 12° mercato in volume, con una quota pari all’1,9%.
Anche il prezzo medio ha registrato un aumento a due cifre: 122,73 euro al paio (+11% rispetto al 2013), rappresentando un valore più che triplo rispetto alla media dell'export italiano complessivo del 2014 , ossia 39,01 euro al paio.

Lo stesso trend di crescita è confermato dai primi tre mesi del 2015: l’export di calzature italiane verso l’aggregato Cina+Hong Kong è stato pari a circa 1,2 milioni di paia, in aumento del 3,8% rispetto all’analogo periodo del 2014, per un valore pari a oltre 150 milioni di euro, in aumento del 23,1% sempre rispetto ai primi tre mesi 2014.
Questo significa che, nonostante il momento non brillante dell’economia internazionale e nonostante le prime flessioni nel tasso di crescita del PIL del colosso asiatico, il trend delle esportazioni di calzature italiane nei primi 3 mesi del 2015 mantiene lo stesso trend di crescita, leggermente inferiore in volume ma superiore in valore rispetto ai tendenziali 2014.

Le aziende partecipanti presenteranno al mercato cinese le collezioni primavera/estate 2016. Verranno messi a disposizione degli espositori servizi importanti e attività promozionali dirette a selezionati buyer locali, al fine di incentivare l’arrivo di compratori da tutta l’area.

Le aziende che parteciperanno all’appuntamento di Pechino sono: ACCADEMIA, ALEX BY MERCURY, BOLDRINI SELLERIA, FIORE SASSETTI, FRANCESCO SACCO, GIANFRANCO BUTTERI, GIOVANNETTI, GRÜNLAND - F.LLI BERDIN, LUCAGUERRINI, MENGHI SHOES, OTTIMO CO. LTD - BIGON MATTEO, REDWOOD, ROBERTO MORELLI, THIERRY RABOTIN BY PARABIAGO COLLEZIONI, VITTORIO SPERNANZONI


I prossimi appuntamenti di Assocalzaturifici nel mondo per la promozione del made-in-Italy

USA
17/19 agosto 2015 - FN Platform - Las Vegas – Stati Uniti

RUSSIAN FEDERATION AND C.I.S. AREA
29 settembre/2 ottobre 2015 - Obuv’ Mir Koži - Expocentr – Mosca - Russia
21/23 ottobre 2015 - Shoes from Italy Almaty - Dom Priemov - Almaty – Kazakhstan

EUROPE
13/15 settembre 2015 - Moda Made in Italy – MOC – Monaco - Germania
7/10 ottobre 2015 - AYMOD - Istanbul – Turchia (da confermare)

ASIA
20/21 ottobre 2015 - Workshop a Singapore - Marina Bay Sands - Singapore (da confermare)