Si chiude con successo il nuovo progetto italiano a Chic (18-20 Marzo - Shanghai)

IL GOVERNO AL FIANCO DEL SISTEMA TESSILE-MODA CALZATURE ITALIANO


L'edizione n.23 di CHIC, China International Fashion Fair, il più importante appuntamento fieristico della Cina per il settore Moda ha visto la presenza congiunta di aziende italiane di abbigliamento, calzature e accessori nella cornice di "theMICAMshanghai & ItalianFashion@CHIC".
Il progetto è ospitato nel nuovissimo ed immenso quartiere fieristico National Exhibition and Convention Center, nel quale in contemporanea si è svolta Intertextile, manifestazione di riferimento per il Tessile, che ospita per la settima volta l’edizione cinese di Milano Unica.

Vedere raccolta nelle stesse date e nella stessa venue tutta la Filiera italiana del Sistema Moda, oltre a favorire la visitazione di importanti operatori cinesi, ha dato senz’altro un forte segnale di coesione del nostro Paese, che è riuscito a superare i propri individualismi e a presentarsi unito come non mai sul gigantesco mercato cinese.

Importante sinergia arricchita dalla visita del Viceministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, visita che ha sottolineato come questa partecipazione sia la conferma dell'attenzione che il Governo italiano pone nei confronti di un'Industria di spicco tra le eccellenze italiane. Si tratta infatti di una delle iniziative comprese nell’importante attività di sostegno ai processi di internazionalizzazione del Settore Tessile-Moda Calzature.

"theMICAMshanghai & ItalianFashion@CHIC" - sottolinea Claudio Pasqualucci, Direttore dell'ufficio ICE di Shanghai - è, nella sua innovativa proposta, la naturale prosecuzione delle precedenti felici esperienze di promozione in Cina dei settori moda e calzature e rappresenta quindi, sotto ogni punto di vista, un forte sviluppo dell'approccio del Sistema Moda italiano sul mercato cinese ed è parte integrante di un più ampio programma di sostegno all'internazionalizzazione del comparto”.

"Siamo davvero riusciti a fare Sistema - evidenzia il presidente di Sistema Moda Italia, Claudio Marenzi - e ne siamo molto soddisfatti! Come sempre, quando si parte con un'iniziativa nuova, qualche difficoltà bisogna metterla in conto ma gli ingredienti per il successo non sono mancati: primo fra tutti il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico. Il Vice Ministro Calenda ci ha sostenuto concretamente, anche attraverso l'efficace ruolo di coordinamento della sede di Shanghai dell'Agenzia ICE."

“La sinergia tra calzature e abbigliamento è stata l’asset strategico di questa edizione di theMICAMshanghai & ItalianFashion@CHIC - afferma il presidente di Assocalzaturifici Cleto Sagripanti. La manifestazione si è chiusa positivamente sia dal punto di vista dei numeri sia per la qualità dei contatti sviluppati, che hanno permesso ad alcune aziende anche di concretizzare degli ordini. Questo risultato dimostra che stiamo guardando tutti nella giusta direzione e che theMICAMshanghai & ItalianFashion@CHIC si conferma l'unica piattaforma italiana all'estero per la moda e anche un modello di manifestazione fieristica a cui guardare per promuovere il made-in-Italy all’estero. Siamo quindi fiduciosi che per il futuro si possa continuare a percorrere questa strada, che si è dimostrata proficua anche grazie alla contemporaneità con CHIC e Milano Unica China e alla preziosa collaborazione con ICE”.

In questa prima edizione, Ente Moda Italia ha organizzato la sezione abbigliamento, presentando oltre di 100 collezioni di abbigliamento e accessori uomo, donna e bambino per l'autunno-inverno 2015/2016, collezioni che hanno ben saputo rappresentare la qualità e la creatività italiane.

La promozione del lifestyle italiano sul mercato cinese è passata anche dal successo di pubblico registrato dalle sfilate che nei giorni della fiera hanno offerto un momento glamour italiano ai buyer e agli operatori del settore presenti nell'Area italiana di CHIC.

“Le nostre aziende - dice Antonio Gavazzeni, presidente di Ente Moda Italia – hanno avuto conferma che il mercato cinese è molto interessato al prodotto e allo stile italiani. Sono stati tre giorni di contatti commerciali concreti, e di approfondimento dei rapporti esistenti, e i giudizi raccolti tra i nostri espositori ci fanno ben sperare in prospettiva futura. theMICAMshanghai & ItalianFashion@CHIC si evidenzia come appuntamento indispensabile per chi vuole consolidare e far crescere i rapporti commerciali con la Cina e la nostra strategia, di comune accordo con i nostri soci Sistema Moda Italia e Centro di Firenze per la Moda Italiana, è di continuare a investire in una presenza Made in Italy sempre più forte e incisiva, con un’immagine e con dei servizi alle aziende sempre più curati e personalizzati”.
“Siamo davvero molto soddisfatti – conclude Enrico Pazzali, amministratore delegato di Fiera Milano - dei risultati di questa prima edizione di theMICAMshanghai & Italian Fashion@CHIC. Il lavoro svolto finora e il modello di questa importante operazione di sistema ha premiato. La prima vetrina integrata in Cina della moda italiana ha dato dei riscontri che hanno superato le nostre aspettative. Colgo l’occasione per ringraziare le diverse anime del progetto: Assocalzaturifici, Sistema Moda Italia, Ente Moda Italia nonché l’ICE con particolare riferimento all’ufficio di Shanghai.
Fiera Milano, insieme ai partner, continuerà a lavorare e ad impegnarsi perché il Progetto di Sistema coinvolga un numero sempre maggiore di aziende italiane e di settori a cominciare dalla prossima edizione prevista in Ottobre. Avevamo l’obiettivo di fare di theMICAMshanghai & Italian Fashion@CHIC la fiera B2B di riferimento della moda italiana in Cina e dopo questa prima edizione possiamo confermare di aver raggiunto l’obiettivo”.

In un mercato ricco di opportunità ma nel quale non mancano difficoltà importanti, soprattutto per le PMI, il fatto di presentarsi in maniera strutturata e coesa rappresenta senza dubbio un grande vantaggio, consentendo alle aziende di raggiungere una massa critica fondamentale per un mercato di queste dimensioni.

 

Ci vediamo ad ottobre!