ANCI: SEGNALI POSITIVI PER LE CALZATURE ITALIANE IN TERRA RUSSA

AFFLUENZA E NUMERO DI ORDINATIVI IN LINEA CON LE SCORSE EDIZIONI

I mercati russo e dell’area C.S.I. si confermano un bacino economico-commerciale di grande interesse per il made-in-Italy calzaturiero. Lo dimostrano innanzitutto i dati delle esportazioni e i numeri delle rassegne che ANCI, Associazione Nazionale Calzaturifici Italiani, organizza semestralmente: da Obuv’ Mir Koži di Mosca ai due appuntamenti con la Mostra Italiana della Calzatura Italiana di Almaty e Kiev.

Le collettive italiane hanno incontrato l’interesse dei buyer provenienti da tutte le regioni dell’area, con cui sono stati intrapresi contatti e conclusi accordi commerciali che rispecchiano la vitalità e il fervore di un mercato che ha ulteriori forti potenziali di sviluppo e che dimostra di apprezzare sempre di più il prodotto calzaturiero italiano.

 “La soddisfazione per i risultati ottenuti dalla partecipazione alle rassegne dell’area russa e C.S.I. dimostra quanto l’eccellenza della produzione italiana di calzature riesca a tener testa ai venti di crisi che agitano da molto tempo i nostri mercati – afferma Ronny Bigioni, coordinatore del Laboratorio Russia di ANCI – riuscendo ad offrire un prodotto sempre all’altezza delle aspettative degli operatori del settore e contribuendo significativamente alla definizione dei trend più in voga in tutto il mondo”.

Il made-in-Italy è da sempre sinonimo di eccellenza, qualità, design e “ben fatto”: le calzature italiane, in particolare, hanno un fortissimo appeal sui trader dell’area, che anche in queste ultime occasioni hanno confermato la propria fiducia nell’affidabilità e reputazione delle aziende italiane.

“Questo risultato è il frutto di un lavoro che ANCI sta portando avanti da anni – commenta Cleto Sagripanti, presidente di ANCI – per permettere al made-in-Italy calzaturiero di esprimere al meglio le proprie potenzialità e rendere sempre più visibile le caratteristiche di eccellenza ad un pubblico esigente che non è disposto a rinunciare a prodotti di culto come le calzature italiane, veri simboli del desiderio. Basti pensare che nei primi sei mesi del 2012, le esportazioni in valore hanno conosciuto aumenti a due cifre sia in Russia (+15,1%) che in Kazakistan (+22,3%), rispetto allo stesso periodo del 2011. Consumatori ma anche retailer, quindi, dimostrano la propria volontà di consolidare i rapporti con le imprese italiane, aziende leader che durante le rassegne da poco concluse hanno presentato collezioni create appositamente per i mercati dell’area - Russia, Ucraina, Kazakistan ma anche Bielorussia e Paesi centroasiatici. Questo ha richiesto uno sforzo produttivo notevole, che però è stato ampiamente ripagato dai risultati ottenuti durante lo svolgersi delle tre rassegne”.

L’appuntamento con la MOSTRA DELLA CALZATURA ITALIANA a Kiev capitale dell’Ucraina si è svolto dal 12 al 13 novembre presso la Ball Room dello Hyatt Regency Hotel e ha visto la partecipazione di 18 imprese calzaturiere del comparto calzature e pelletteria che, nei due giorni di fiera, hanno incontrato 110 operatori. Il prestigioso salone eventi Dom Priemov, situato nel centro della città di Almaty ha ospitato, invece, l’appuntamento in Kazakistan della MOSTRA DELLA CALZATURA ITALIANA, dal 7 al 9 novembre. Unica rassegna nel Paese dedicata alla calzatura e agli accessori in pelle targati made-in-Italy, in cui le 44 aziende di calzature e pelletteria e le 13 di abbigliamento hanno incontrato 250 buyer provenienti da tutta l’Asia Centrale.
ICE Agenzia è stato il partner strategico e operativo per entrambe queste iniziative di internazionalizzazione.

Anche Obuv’ Mir Koži, la manifestazione più importante dell’area C.S.I. che si svolge con cadenza semestrale a Mosca, si è conclusa positivamente per le 213 aziende italiane che, dal 16 al 19 ottobre, hanno esposto le proprie collezioni su una superficie di oltre 5.250 metri quadrati. Obuv’ Mir Koži è la Mostra Internazionale della Calzatura e degli articoli di pelletteria, organizzata da ANCI e Fairsystem, società del gruppo Bolognafiere, presso l’Expocentr, il più importante centro fieristico della capitale russa. In questa edizione autunnale della manifestazione il momento espositivo è stato accompagnato da eventi e iniziative collaterali, che hanno visto la partecipazione di delegazioni di buyer provenienti da tutta l’area russofona, una campagna immagine a sostegno del made-in-Italy calzaturiero e l’attività dell’ufficio stampa locale che ha permesso alle aziende italiane di ottenere visibilità sui principali media dell’area.


I prossimi appuntamenti di ANCI nel mondo per la promozione del made-in-Italy


FEDERAZIONE RUSSA E AREA C.S.I.
21-24 gennaio 2013 - Consumexpo
Expocentr - Mosca – Russia
18-21 marzo 2013 – Obuv’ Mir Koži
Expocentr – Mosca – Russia
3-5 aprile 2013 – Shoes from Italy
Dom Priemov – Almaty – Kazakistan
18-19 aprile 2013 – Workshop della calzatura italiana in Siberia
Ekaterinburg – Russia
22-23 aprile 2013 – Shoes from Italy
Hyatt Regency Hotel – Kiev – Ucraina

ASIA
29-31 gennaio 2013 - Shoes From Italy (da confermare)
Westin Hotel - Tokyo
9-11 aprile 2013 - theMICAM Shanghai
Shanghai Exhibition Center - Shanghai – Cina