Assocalzaturifici a New York con Calenda per il piano speciale moda per gli USA

La presidente di Assocalzaturifici Annarita Pilotti partecipa con la delegazione guidata dal Vice Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda - composta dai vertici dell’Agenzia ICE, Confindustria e dalle principali associazioni di settore - alla presentazione a New York del Piano Speciale Moda USA per supportare le esportazioni italiane di tessuti, abbigliamento e accessori con un investimento di oltre 20 milioni di Euro nel prossimo biennio.

Per il settore calzaturiero italiano gli Stati Uniti rappresentano il terzo mercato di riferimento e quindi un paese assolutamente strategico, che da sempre apprezza l’eccellenza e l’artigianalità del made-in-Italy calzaturiero. La prospettiva di un partenariato commerciale tra Unione Europea e Stati Uniti è certamente vista in modo estremamente favorevole dall’industria calzaturiera italiana, che è la più penalizzata tra i settori del made-in-Italy in tema di allineamento degli standard normativi, di certificazioni e di abbattimento dei dazi doganali. Per questo lo sviluppo di un piano di promozioni dell’export di calzature made-in-Italy negli USA passa certamente dalla chiusura in tempi brevi del TTIP - Partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti, un accordo che permetterebbe di giungere a un mutuo riconoscimento delle condizioni di accesso ai mercati.

Dal 2010 l'export di calzature italiane verso gli Stati Uniti ha ripreso vigore, segnando cinque anni di costante recupero. Nel 2014, in particolare, le vendite verso gli USA si sono attestate a 14,2 milioni di paia, in crescita del +3,8% sull'anno precedente, per 879,29 milioni di euro (+10,2%). Un dato particolarmente interessate è il prezzo medio, che per il 2014 si assesta a 61,92 euro al paio (a fronte di un prezzo medio globale delle esportazioni italiane pari a circa 39 euro al paio), in aumento del 6,3% sul 2013, a conferma dell’apprezzamento da parte del mercato statunitense delle calzature italiane di fascia alta.
L'andamento nel primo trimestre del 2015 delle vendite di calzature italiane verso gli USA evidenzia un'ulteriore crescita in termini di valore (+7,7%), benché accompagnata da una contrazione nelle quantità (-8,9%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

All’interno del percorso intrapreso da Agenzia ICE, Ministero dello Sviluppo Economico e dalle Associazioni di categoria per promuovere trasversalmente il made-in-Italy, restano di primaria importanza gli appuntamenti fieristici. Il prossimo evento di Assocalzaturifici negli USA è a Las Vegas con FN Platform dal 17 al 19 agosto, per il quale l’Associazione insieme ad ICE organizza una collettiva di 21 aziende calzaturiere italiane per presentare le collezioni primavera/estate 2016. La manifestazione rappresenta un’occasione importante per dare continuità agli interventi promozionali sul mercato statunitense, con l’obiettivo di rafforzare le aziende sul mercato e creare nuovi contatti business.